Vacanze sempre più mobile


Spiaggia, Vacanze, Mare

Il settore del turismo sposa sempre più la tecnologia mobile: un terzo delle prenotazioni mondiali di viaggi oggi si fa attraverso i dispositivi mobili come gli smartphone e i tablet.
Sono in crescita a livello globale coloro che cercano online, tramite mobile, informazioni sulle vacanze e poi utilizzano il servizio di booking e acquistano i biglietti dei trasporti e degli hotel.
A rivelarlo è una recente ricerca condotta dalla Criteo, la società francese di retargeting che ha mostrato come, su scala globale, non solo l’online abbia da tempo superato i tradizionali canali di prenotazione dei viaggi, ma in più adesso si muova verso un uso sempre maggiore dei device mobile.
Lo studio della Criteo ha messo infatti in evidenza il passaggio dal 24% del 2015 al 27% del 2016 in termini di utilizzo del mobile per la ricerca e l’acquisto di vacanze online. Un andamento in salita spinto certamente anche dalla commercializzazione di dispositivi sempre più evoluti.
Tra le due tipologie lo smartphone fa registrare i risultati migliori: nel secondo trimestre del 2016 quasi una prenotazione su 5 è stata effettuata tramite smartphone.
Sul fronte dei prodotti e dei servizi turistici acquistati, l’hotel risulta essere il più prenotato (20%), seguito dai pacchetti di viaggio (18%) e dai biglietti aerei (12%).
Sul piano geografico la maggiore protagonista di questa tendenza è l’area Asia-Pacifico, con il 28% delle prenotazioni online fatte in mobilità; seguono le Americhe con il 22% e l’area EMEA con il 14%.
Non è più solo l’e-commerce, quindi, ad interessare gli operatori del turismo, ma anche l’m-commerce, che è in aumento per tutti i servizi turistici.

L’uso del mobile supererà quindi anche la navigazione da desktop imponendosi come prima scelta? Forse è troppo presto per dirlo, ma i dati attuali lasciano pensare che il trend sia destinato a crescere ancora.

Week end romantico a Venezia: quattro proposte che non ti aspetti


Risultati immagini per venezia

Venezia è una delle città dell'amore per eccellenza, sia a livello nazionale che internazionale. Tra i suoi vicoli e le sue calli si sono intrecciate mille passioni e storie d'amore, sia reali che frutto della fantasia di scrittori  e registi.
Decidere di organizzare un week end nella città lagunare con la vostra lei, è una scelta romantica che non per questo deve essere banale. In questo articolo vedremo tre proposte per movimentare il vostro week end romantico a Venezia.

Se nell'aria c'è odore di matrimonio, durante il vostro week end romantico in laguna potete organizzarvi con un fotografo di matrimonio a Venezia e realizzare un set fotografico “engagement”. L'engagement set è un set che punta ad immortalare la coppia, la loro storia ed il loro desiderio di convolare a nozze. Il successo di questi set fotografici è dato dal fatto che sono necessarie anche solo un paio di ore di tempo e gli sposi possono organizzarsi liberamente, anche solo decidendo di realizzare le foto nell'hotel nel quale alloggiano. Le foto risultati dall'engagement set possono poi essere utilizzate per vari scopi come per esempio la personalizzazione degli inviti e le partecipazioni.

Se siete una coppia amante del mistero e degli itinerari alternativi, il tour Venezia segreta è quello che fa per voi. Il tour ha un costo di 25 Euro ed a guidarvi ci sarà un esperta guida turistica che, indovinate un po', al calare delle tenebre vi porterà in giro per gli angoli meno conosciuti e più bui della città. Durante il tour ascolterete storie di fantasmi, di fatti oscuri della tradizione veneziana e d i fatti che la storia conosciuta non annovera. Un modo insolito per passare una serata a Venezia. Nonostante sia una proposta sui generis le recensioni positive sono moltissime.

Per chi viene dall'estero sarà fondamentale prendere confidenza con il “giro per bacari”. Lasciate stare i consigli di Tripadvisor, guide enogastronomiche, i ristoranti pensati per infinocchiare i turisti e cominciate invece il vostro giro tra bacari e cicchetti. Nelle osterie più tipiche di Venezia si cena a suon di cicchetti, ovvero attraverso una grande varietà di finger food con tartine, polpette, crostini e piccoli fritti tutti da accompagnare rigorosamente con un buon calice di vino bianco. Sono economici, informali e non farete certo fatica a trovare un buona osteria che ve li proponga.


Infine segnaliamo il giardino di Borges sull’isola di San Giorgio Maggiore. Creato con più di 300 arbusti di bosso, prende ispirazione “Il giardino dei sentier che si biforcano”, uno dei più famosi racconti dello scrittore.

Visite guidate a Firenze: il fascino delle colline



Quando si parla di visite guidate a Firenze si è soliti pensare ai tanti monumenti e ai numerosi edifici che caratterizzano il paesaggio del capoluogo toscano: eppure, varrebbe la pena di prestare attenzione anche ai paesaggi naturali che circondano la città, e in particolare a quella corona di colline che, con le sue vette di volta in volta puntute o morbide, danno la possibilità di osservare panorami straordinari e in grado di emozionare. Basti pensare, per esempio, alla collina di D'Annunzio, in direzione nord-est, che svetta sul viale omonimo. Si tratta di andare fino alla località di Settignano: chi ha voglia di concedersi una bella passeggiata può farlo a piedi, ma in alternativa si può usufruire del bus 10 con partenza da Piazza San Marco.

Perché visitare la collina di D'Annunzio


Attraverso le visite guidate a Firenze che si possono prenotare tramite il sito www.guideintoscana.it si può cogliere l'occasione di andare alla scoperta delle memorie del Vate, che ha lasciato su questi colli non solo un pezzo di cuore ma anche una discreta quantità di denaro. Obbligato a scappare da Firenze in direzione della Francia per non dover fare i conti - in senso letterale - con i creditori, una volta lasciata Villa Capponcina si diede alla fuga. In questa dimora aveva vissuto a partire dagli ultimi anni del XIX secolo, e qui aveva avuto modo di lasciar sfogare la propria passione per l'arredamento.
Gabriele D'Annunzio a Villa Capponcina non si era fatto mancare nulla e si era concesso tutti i piaceri che la vita gli metteva a disposizione, quasi fosse un principe del Rinascimento, tra cavalli, cani e domestici. Per altro, fu questo lo scenario del celebre amore vissuto con l'attrice Eleonora Duse, che si era stabilita non molto lontano, a Villa Porziuncola. Ecco, quindi, che nel corso delle visite guidate si può usufruire di un itinerario che è imperdibile dal punto di vista architettonico ma che, al tempo stesso, non nasconde un po' di romanticismo.

Non che a Settignano ci sia unicamente Villa Capponcina, sia chiaro: tra le altre mete che è bene prendere in considerazione c'è, per esempio, Villa I Tatti, che oggi è gestita dall'Università di Harvar, dopo essere stata di proprietà di Bernard Berenson, ed è stata trasformata in un centro di ricerca dedicato alla storia dell'arte. Ancora, meritano un'occhiata Villa Viviani, in cui ebbe modo di soggiornare anche lo scrittore americano Mark Twain, e Villa Gamberaia, risalente al Trecento, anche se i suoi rinomati giardini sono frutto della creatività settecentesca.

Oltre alla collina di D'Annunzio, il paesaggio di Firenze propone anche Monte Morello, nota come la montagna dei fiorentini: vi si arriva con il bus 64 o a piedi dopo aver parcheggiato la macchina a Colonnata. Tanti sono gli artisti che scelgono questa location per la realizzazione di dipinti e opere di vario genere, al punto che c'è chi la chiama "la palestra dei pittori". Il Poggio Casaccia è senza dubbio uno dei posti più invitanti per i panorami che offre, ma non bisogna dimenticare anche il Monte Rotondo.

La Notte Rosa: il capodanno estivo della Romagna

Notte Rosa è ormai da qualche anno sinonimo di Festa per eccellenza. La Notte Rosa della Riviera Romagnola è la grande celebrazione dell'estate, il capodanno estivo della Romagna e ormai dell'Italia in generale.

L'intera costa, per un totale di 170 km di Riviera Romagnola e Marche, si colora di rosa, tutte le tinte sono ammesse, purché dal tramonto all'alba ogni località ospiti eventi, serate, feste, concerti, intrattenimento per tutte le età e tutti i gusti.

Ogni città che aderisce all'iniziativa interpreta la manifestazione per regalare al suo pubblico una notte di incredibili emozioni in unico grande palcoscenico dove tutti sono protagonisti di questa grande festa, all'insegna del divertimento “sano” e godereccio tipico della Romagna.

Vi siete mai chiesti perché proprio rosa? Pare che il rosa identifichi lo spirito goliardico e vivace della Riviera, conosciuta da sempre come meta del turismo per eccellenza, patria dell'ospitalità, delle relazioni, dell'amicizia, dei sentimenti. In Romagna è ancora forte il senso di comunità e di appartenenza ad un luogo, a delle tradizioni e al senso dell'accoglienza in senso lato.

Anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con la notte più sensazionale dell'estate italiana e a partire da venerdì 1 luglio 2016 avrete l'opportunità di vivere un'esperienza indimenticabile e tinta di rosa.

Riccione è uno dei principali centri dove si vive appieno lo spirito del festival rosa: nella Perla Verde dell'Adriatico gli eventi, gli spettacoli, i concerti ed ogni attività in generale (si sa, le colline di Riccione sono piene di club e discoteche) è pensata per accogliere un pubblico vario ed eterogeneo.

Perciò se viaggiate in coppia o se cercate la formula giusta per la vostra vacanza in famiglia con i bambini o ancora cercate il divertimento sfrenato col vostro gruppo di amici, Riccione ha sicuramente la soluzione giusta per il vostro soggiorno nella settimana rosa.

Quello che vi consigliamo è di cercare attentamente tra i pacchetti hotel, i last minute e le offerte speciali per la Notte Rosa, in modo da minimizzare la spesa soprattutto se viaggiate con famiglia e bambini. Al contrario se prediligete il viaggio di coppia o siete un gruppo numeroso potreste optare per un appartamento vacanze Riccione anche vicino al mare, che vi consentirà massima libertà di movimento e flessibilità.

Alla scoperta della Roma sotterranea

roma sotterranea

L’Urbe degli antichi romani, come molti sanno, non si limita soltanto al Colosseo, alle terme di Caracalla e da tutto quello che potete osservare intorno ai fori imperiali. Per avere un’idea precisa sull’immensità di questa città bisognerebbe vedere il plastico situato in una delle sale del Museo della Civiltà Romana. Questo grande plastico è stato costruito grazie alle numerose osservazioni e un’attentissima documentazione quale la Forma Urbis. Oggi andremo alla scoperta delle bellezze della Roma Sotterranea.
Ogni zona della Roma storica offre tantissime bellezze che molte persone ignorano perché situate in posti dall’accesso difficile. Nelle vicinanze del Colosseo è possibile ammirare la basilica di San Clemente dov’è possibile accedere ai livelli inferiori per ammirare i resti di antichi edifici romani e uno dei tanti mitrei della Roma pre-cristiana. Il nostro tour continua verso il Colle del Celio; dal Clivio di Scauro potete accedere ad un bellissimo sito archeologico che ospita anche numerosi affreschi risalenti all’epoca romana. Se proseguiamo il nostro cammino verso S. Giovanni in Laterano avrete la possibilità di visitare i sotterranei lateranensi; l’accesso è situato in prossimità del battistero e potrete prenotarvi sul portale on line.
La Roma antica offre davvero tantissime bellezze che meritano di essere visitate. Nella zona Trastevere potete accedere a una serie di scavi situati sotto le chiese di San Crisogono e Santa Cecilia. Più complicato, sempre in questa zona, è l’accesso all’ Excubitorium la sede dei vigili del fuoco dell’antica Roma. Concludiamo il nostro tour alla scoperta della Roma sotterranea con la visita al palazzo Barberini, che ospita la Galleria nazionale d’arte antica, e la visita al sito archeologico e storico situato in zona Aventino.

Fuga d’amore a Verona


Hai voglia di staccare la spina per un weekend e concederti un po’ di relax? Per il compleanno della tua dolce metà vuoi organizzare una piccola fuga d’amore? Avete voglia di scappare dalla solita routine e ritagliarvi qualche giorno solo per voi due? Tutte queste occasioni sono ottime per organizzare un week end romantico a Verona, una delle città d’arte più belle d’Italia, anche se meno conosciuta e valorizzata di altre quali Firenze o Roma.

Famosa per la celebre opera di Shakespeare, Romeo e Giulietta, Verona offre la possibilità non solo di visitare i monumenti che rappresentano l’amore dei due giovani, come la tomba di Giulietta o la sua casa, ma anche di ammirare moltissimi altri monumenti, di diverse epoche storiche. Una, infatti, delle caratteristiche distintive della città è che cons
erva testimonianze di tutti i periodi storici, conservate nei suoi monumenti e custodite nel tempo.

La scelta dell’alloggio giusto è il primo passo per un week end romantico a Verona coi fiocchi. La città offre molte sistemazioni, di diverse tipologie, perciò sarà facile scegliere quella giusta per voi. Un hotel in centro a Verona di lusso con tutte le comodità? Un accogliente bad and breakfast appena fuori dal centro storico? Un hotel a tre stelle in una zona comoda? 

Sarà piacevole trascorrere giornate romantiche passeggiando per le vie del centro. La sera si potrà scegliere una trattoria tipica, dove gustare piatti speciali in una atmosfera calda e accogliente.


Se siete amanti della musica è possibile completare la serata con un evento presso l’Arena di Verona, una delle location più belle dove poter assistere a un concerto o a uno spettacolo.


Negli ultimi anni Verona è diventata una delle città più dedicate al romanticismo e all’amore, infatti qui viene organizzato, nel periodo di San Valentino, l’evento Verona in Love, dedicato agli innamorati e in cui è possibile assistere a spettacoli, concerti e iniziative, che sottolineano l’atmosfera romantica.


Un week end romantico a Verona, quindi, è la scelta giusta per un bel regalo alla tua fidanzata, per trascorrere insieme giorni piacevoli e indimenticabili, tra cultura, cibo, divertimento e storia.


Scoprire questa bella cittadina è semplice, grazie anche alle moltissime informazioni messe a disposizione dei turisti e alle strutture ricettive tra cui sarà possibile con facilità individuare la più adatta a sé.


Non aspettare ancora, organizza il tuo week end romantico e Verona e parti per trascorrere ore piacevoli ed entusiasmanti che resteranno per sempre nei vostri ricordi.

Un week end in Agriturismo nella campagna milanese



Il professor Roger Ulrich, uno dei maggiori esperti dei benefici degli spazi verdi e naturali, afferma che le zone di campagna e gli spazi aperti possono aumentare il recupero dopo un intervento chirurgico o una grave malattia.
Ha studiato un gruppo di pazienti americani che sono stati sottoposti ad un intervento alla cistifellea. I pazienti sono stati divisi in due gruppi in delle camere con vista sugli alberi per metà e sugli edifici per l’altra metà.
Lo studio ha scoperto che i pazienti con la vista sul paesaggio naturale riescono ad affrontare con meno dolore la terapia. Questo è solo uno dei mille benefici degli spazi aperti.
In campagna non si va solo per questo motivo, ma anche e soprattutto per fare una vacanza rilassante, magari con la propria famiglia. Perché, invece del classico mare, non scegliere una vacanza in un agriturismo? La campagna milanese potrebbe essere la meta ideale, con i paesaggi sconfinati e rilassanti.
L’agriturismo offre una vita completamente all’insegna del riposo e della natura. Nei pressi di Milano, infatti, potete trovare numerosi agriturismi completi di maneggio. Qui potrete restare immersi in una campagna senza confini godendovi la vacanza nel migliore dei modi. Potete fare lunghe camminate durante il giorno ed ammirare il cielo limpido durante la notte. La bicicletta è il mezzo prediletto in campagna: spesso gli agriturismi le noleggiano per tutto il periodo della permanenza nel milanese. Nei dintorni, si possono trovare molti sentieri adatti alle pedalate.
Di solito, gli agriturismi sono situati in vecchi casolari spesso molto antichi. Qui, vengono organizzati ricevimenti di nozze, comunioni, battesimi, cresime, ma anche meeting, cene aziendali e aperitivi.
Il cibo è rigorosamente a kilometro 0, quindi potrete gustare tutta la bontà del cibo locale prodotto dall’azienda. Nell’agriturismo a Milano potete trovare piatti che vanno dall’insalata di nervetti all’ossobuco, dal minestrone di verdura alla cotoletta alla milanese fino all’arrosto di vitello, insomma tutti i piatti tipici.
Se decidete di trascorrere un week end romantico, un agriturismo è l’ideale per soddisfare le esigenze della coppia. Infatti ci si può rilassare godendosi il panorama, leggendo, facendo una passeggiata o una pedalata nel verde, oppure ci si può intrattenere con attività come il maneggio.